Bonus Famiglia - Bando Regionale

Bando della Regione Veneto a favore di famiglie con parti trigemellari e famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro.

Destinatari e importi del Bonus:

Le famiglie con parti trigemellari, saranno destinatarie di un bonus pari ad € 900,00.
Le famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro, saranno destinatarie di un bonus pari ad € 125,00 a figlio.

Es: una famiglia di 5 figli sarà destinataria di un contributo complessivo di € 625,00 (€125,00 x 5 figli).

Requisiti per la presentazione delle domande:

Il Bonus famiglia può essere presentato da uno dei due genitori in possesso dei seguenti requisiti:

▪ Essere residente nella Regione Veneto;
▪ Possedere un titolo di studio valido ed efficace, nel caso in cui abbia una cittadinanza non comunitaria;
▪ Avere un I.S.E.E. in corso di validità da € 0,00 ad € 20.000,00;
▪ Avere figli conviventi e non, di età inferiore o uguale a 26 anni (27 anni non compiuti) e a carico IRPEF.
▪ Per i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione, regolarmente soggiornanti in Italia, relativamente a certificati o attestazioni rilasciati dalla competente Autorità dello Stato estero, si rimanda a quanto previsto dall’art. 3 del D.P.R. n. 445/2000;

Scadenze:

Il cittadino entro il termine perentorio, pena l’esclusione della domanda,  delle ore 12.00 del 31 ottobre 2017 deve compilare ed inviare al  Comune di residenza la “Domanda del contributo alle famiglie con parti trigemellari e  alle famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro. ANNO 2017”, di cui all'Allegato B della DGR n. 1488/2017, con ogni mezzo consentito dalla normativa vigente (in caso di invio a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, al fine del rispetto del termine, fa fede la data del timbro dell’ufficio postale accettante). unitamente alla seguente documentazione:

- copia fotostatica del documento d’identità in corso di validità;
- attestazione ISEE in corso di validità;
- autocertificazione dello stato di residenza e dello stato di famiglia;
- copia del titolo di soggiorno valido ed efficace per ciascun membro del nucleo familiare;
- documentazione attestante la presenza di figli in regime di affido familiare, affido preadottivo ed affido a rischio giuridico;
- stato di disoccupazione di uno dei due genitori, comprovato da apposita autocertificazione.
- invalidità di uno o più componenti del nucleo familiare, comprovata da certificato rilasciato da Commissione medica;
- documentazione di cui all’art. 3 del D.P.R. n. 445/2000, relativa all’eventuale possesso di beni immobili e depositi bancari all’estero.