anno scolastico 2015-2016 Buono Scuola

COS'E?
E' un contributo, previsto e disciplinato dalla Legge Regionale 19/01/2001, n. 1 e dalla Deliberazione della Giunta regionale n. 1044 del 29/06/2016, per la copertura parziale delle spese:
 di iscrizione e frequenza e di convitto (solo alloggio);
 di attività didattica di sostegno (per gli studenti disabili).

Indicazioni per richiedere il "Buono Scuola"

CHI PUO' CHIEDERLO?
Possono chiederlo le famiglie che:
hanno studenti residenti nella Regione Veneto, che hanno frequentato, nell’anno 2015– 2016:
- o Istituzioni scolastiche: primarie, secondarie di I e II grado: statali, paritarie e non paritarie (incluse nell’Albo regionale delle “Scuole non paritarie”);
- o Istituzioni formative accreditate dalla Regione del Veneto, che svolgono i percorsi triennali o quadriennali di istruzione e formazione professionale, di cui all'accordo in sede di Conferenza Unificata del 19/06/2003 ed al D.Lgs. 17/10/2005, n. 226;

  • hanno speso, per ogni studente, per l’anno 2015-2016, almeno € 200,00, per tasse, rette, contributi di iscrizione e frequenza dell’Istituzione e per convitto (solo alloggio);
  •  hanno un ISEE 2016 inferiore od uguale a € 40.000,00 in caso di studenti normodotati.

Sono previste 3 Fasce di ISEE:
Fascia 1: da € 0 ad € 15.000,00
Fascia 2: da € 15.000,01 ad € 30.000,00
Fascia 3: da € 30.000,01 ad € 40.000,00,
in relazione alle quali varia l’importo del contributo.

Se lo studente appartiene ad una famiglia numerosa (con parti trigemellari o con numero di figli pari o superiori a quattro), il contributo può essere concesso fino agli importi massimi della Fascia 1.
Non è richiesto alcun requisito di merito scolastico.

PER GLI STUDENTI DISABILI?
Il contributo può essere richiesto dalle famiglie che hanno un ISEE 2016 inferiore od uguale a € 60.000,00. E’ sempre concesso il contributo di Fascia 1. Sono rimborsate anche le spese sostenute per l’attività didattica di sostegno, in orario scolastico, fino ad un massimo di € 15.000,00.

CHE COSA E’ L’ISEE – A CHI CI SI PUO' RIVOLGERE PER CALCOLARLO?
E’ l’indicatore della Situazione Economica Equivalente delle famiglie, che viene calcolato secondo criteri unificati a livello nazionale.
Per calcolarlo gratuitamente ci si può:
a) rivolgere al Comune di residenza, ai Centri di Assistenza Fiscale (C.A.F.) autorizzati, alle sedi INPS presenti nel territorio;
b) collegare al sito www.inps.it – “Servizi on line”, compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) on line e trasmetterla direttamente via internet dal proprio computer.

COME SI FA LA DOMANDA?
Si fa esclusivamente via web (nessun uso di carta) nel seguente modo: 

>>> il richiedente dal 30/09/2016 al 30/10/2016 (ore 12:00 – termine perentorio)

1. entra nella pagina internet: www.regione.veneto.it
2. va nella parte: RISERVATO AL RICHIEDENTE;
3. apre il file ISTRUZIONI e le legge attentamente;
4. clicca sul link DOMANDA DEL CONTRIBUTO;
5. compila tutti i campi del Modulo web di domanda seguendo le Istruzioni riportate sopra ogni campo;
6. invia la domanda alla scuola cliccando sul pulsante “Invia alla scuola”;
7. riceve in automatico il codice identificativo della domanda;
8. si reca presso l’Istituzione scolastica/formativa,) con la seguente documentazione:

  • documento di identità/riconoscimento valido;
  •  (se cittadino non comunitario) titolo di soggiorno valido;
  • codice identificativo della domanda;

o invia alla stessa, nei modi previsti nelle Istruzioni (fax–raccomandata–e-mail–PEC), copia della suddetta documentazione, nonché la domanda firmata;

>>> l’Istituzione Scolastica/Formativa dal 30/09/2016 al 10/11/2016 (ore 12:00 – termine perentorio):
1. recupera la domanda del richiedente;
2. conferma o meno alcuni dati dichiarati dal richiedente;
3. invia la domanda alla Regione cliccando sul pulsante "Invia alla Regione".

COSA FARE SE NON SI POSSIEDE UN COMPUTER CON COLLEGAMENTO AD INTERNET?
Ci si può recare, previo appuntamento, presso:

  •  gli Uffici Regionali per le Relazioni con il Pubblico (U.R.P.), ai seguenti indirizzi:

BELLUNO Via Caffi, 33 – Tel. 0437-946262 – Fax. 0437-946267 e-mail: infobl@regione.veneto.it
PADOVA Passaggio Gaudenzio, 1–Tel. 049-8778163 – Fax. 049-8778165 e-mail: infopd@regione.veneto.it
ROVIGO Viale della Pace, 1/d –Tel. 0425-397422 – Fax. 0425-397311 e-mail: inforo@regione.veneto.it
TREVISO Viale A. De Gasperi, 1 – Tel. 0422-657575 – Fax. 0422-657574 e-mail: infotv@regione.veneto.it
VENEZIA Palazzo Sceriman – Cannaregio, 168 – Tel. 041-2792790 – Fax. 041-2792789 e-mail: infove@regione.veneto.it
VERONA Via delle Franceschine, 10 – Tel. 045-8676636 – Fax 045-8676617 e-mail: infovr@regione.veneto.it
VICENZA Contrà Mure di S. Rocco, 51 – Tel. 0444-337985 – Fax. 0444-337988 e-mail: infovi@regione.veneto.it

  •  i Comuni;
  •  le Istituzioni scolastiche e formative.

COME SARA’ RIPARTITO IL CONTRIBUTO?
Il contributo sarà assegnato prioritariamente agli studenti disabili ed a quelli appartenenti a famiglie numerose. Le risorse residue saranno assegnate agli studenti normodotati ed a quelli appartenenti a famiglie non numerose.